Share

Buenos Aires, 13 dicembre -

Il Dirigente Generale dell’INPS dr. Fulvio Mosetti, responsabile della Struttura studio e ricerca per lo sviluppo delle attività delle Convenzioni Internazionali, accompagnato dal suo vicario dr. Salvatore Ponticelli e dall’Ing. Paolo Raffone, Direttore della sede di Roma dell’Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane (ICBPI), Istituto aggiudicatario del servizio di pagamento delle pensioni INPS ai residenti all’estero, hanno effettuato una missione nei giorni 12-15 dicembre scorsi a Buenos Aires per verificare la situazione del pagamento delle pensioni INPS in Argentina, a distanza di 8 mesi dal cambio della titolarità dell’istituto bancario erogatore. Tenuto conto del concomitante insediamento del Presidente della Repubblica Argentina, è stato concordato di anticipare la missione in Uruguay nei giorni 10-11 dicembre e di riservare i restanti giorni a disposizione alla verifica della situazione argentina, attraverso incontri con i dirigenti della Banca Itaú e gli Enti rappresentativi della collettività.


In particolare, mercoledì 13 dicembre si è svolta una riunione nella sede del Consolato Generale in Buenos Aires alla quale hanno partecipato diversi Presidenti di Comites del paese (segnatamente i Presidenti del Comites di Buenos Aires, Lomas de Zamora, Morón, Cordoba e Bahia Blanca, quest’ultimo anche in veste di Coordinatore del Comitato dei Presidenti), il Presidente della Commissione Sicurezza Sociale del CGIE, Sig.ra Arona ed i rappresentanti di tutti i patronati operanti in Argentina (ITAL-UIL, INCA-CGIL, INAS-CISL, ACLI, ENAS, ENASCO, SIAS). La delegazione INPS ha illustrato i miglioramenti che saranno a breve introdotti nel servizio di pagamento, concordate con il Banco Itaù:

Ø È in fase avanzata la conclusione di un accordo con il Banco Nación e con la Banca “Credito Hipotecario” per aumentare significativamente la capillarità delle filiali presenti sul territorio nazionale. La Banca Itaú, che già oggi effettua i pagamenti allo sportello in euro, ha assicurato che da febbraio 2008 presso tutte le proprie filiali sarà possibile aprire un conto corrente in euro per l’accredito della pensione, esente da spese d’attivazione. E’ inoltre prevista l’apertura di nuove filiali e centri attrezzati deputati esclusivamente al pagamento delle pensioni INPS, di cui 6 già operanti.

Ø L’ICBPI ha informato che per il servizio di pagamento corrisponde una somma significativa alla banca Itaú. Eventuali commissioni imposte dalla banca Itaù ai nostri pensionati sono arbitrarie. Itaù’ si è impegnato, inoltre, a predisporre un elenco dal quale evincere le eventuali commissioni sostenute dai pensionati all’atto della riscossione della pensione. Tali somme saranno integralmente rimborsate dall’Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane.

Ø La valuta di pagamento delle pensioni deve essere l’euro e l’ammontare deve essere corrispondente all’importo della pensione comunicato ai pensionati dall’INPS. In zone dell’Argentina dove non sono reperibili euro (il Banco de la Nación ha già fatto presente che non potrà corrispondere pagamenti in euro), o nel caso che i titolari delle pensioni chiedano il pagamento in dollari o nella valuta locale, il cambio applicato deve essere effettuato al tasso del giorno, senza ulteriori oneri o commissioni di alcun tipo.

Ø Per aumentare la trasparenza e la sicurezza dei pagamenti è stato predisposto un nuovo aviso de pago da inviare al domicilio del pensionato in forma anonima. Tale comunicazione contiene una descrizione dettagliata delle caratteristiche del pagamento: nome del beneficiario, chiave delle pensione, periodo di riferimento del pagamento, importo, data di pagamento e quant’altro necessario. L’avviso è bilingue, italiano e castigliano e consentirà al pensionato di avere un quadro completo del pagamento.

Ø L’esistenza in vita è accertata una volta l’anno. Nel caso di riscossione tramite delegato o tutore è sufficiente una dichiarazione di responsabilità che attesti che il pensionato è tuttora vivente.

Ø La Banca si è impegnata ad avviare una campagna informativa per promuovere la conoscenza delle iniziative assunte per il miglioramento del servizio.

I rappresentanti della collettività e dei patronati, nel manifestare la propria soddisfazione per la missione, che testimonia la volontà dell’Istituto previdenziale italiano di superare i problemi verificatisi nei primi mesi del servizio, hanno puntualmente segnalato le note criticità riscontrate nell’erogazione dei pagamenti delle pensioni (commissioni bancarie, mancanza di euro in diverse filiali, copertura territoriale insufficiente nell’interno del paese, ecc.).

Su proposta del Console Generale Curcio, la delegazione accompagnata dalla Consigliere CGIE, Maria Rosa Arona, dalla rappresentante dell’INAS-CISL per l’Argentina, Micaela Bracco e del presidente del COMITES di Moron, Francesco Rotundo, ha visitato, venerdi 14 dicembre, 1 centro de pago e 5 filiali della Banca ITAU’, individuate in base a sorteggio, per verificare direttamente, in un giorno ordinario di pagamento delle pensioni, l’effettiva comportamento della banca.

Nel corso delle visite ai predetti 6 sportelli Itaù’ non sono state riscontrate particolari criticità, salvo il fatto che in una Filiale non erano disponibili euro e il pensionato era invitato a recarsi, ove confermava il suo interesse per la valuta europea, in un’altra filiale poco distante (7 km).

La delegazione INPS nel pomeriggio di venerdì 14 si è incontrata nuovamente con i dirigenti del banco Itaù per comunicare l’esito dei sopralluoghi e confermare l’assoluta necessità che il programma concordato venga rispettato, pena la rescissione del contratto.

Fermo restando l’attività istituzionale svolta dalle Rappresentanze Diplomatico-Consolari all estero, l'INPS, al fine di verificare che le iniziative concordate con la Banca ITAU’ siano realizzate, ha ritenuto di coinvolgere in un’attività di controllo i Patronati e i Comites locali, riservandosi di adottare eventuali soluzioni alternative nel caso persistano situazioni di inadempienza.

Fonte:Consolato generale d'Italia -Buenos Aires

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form