Share

Buenos Aires -17 Apr 2007


Un incontro molto importante, quello di sabato scorso dell’on. Ricardo Merlo con i rappresentanti del Cava - Comitato Associazioni Venete in Argentina. Grande la partecipazione all’incontro: infatti delle 42 associazioni, che costituiscono la federazione, all’incontro di sabato erano presenti, tra gli altri, i rappresentanti di Buenos Aires, La Pampa, Mar del Plata, La Plata, Moron, Lomas de Zamora, Patagonia, Mendoza, Rosario, Santa Fé, Cordoba, Tucuman, Bahia Blanca etc. “Sono molto soddisfatto di essere stato invitato a questa riunione e apprezzo veramente il clima di rilancio che si respira e che sicuramente porterà il CAVA ad occupare un posto fondamentale nel contesto delle federazioni italiane in Argentina - Così ha dichiarato il deputato italoargentino, che dal 2001 al 2005 è stato presidente della federazione.

“Una caratteristica che sempre mi colpisce del Cava- ha proseguito Merlo- è che al suo interno operano sia giovani dirigenti, come il presidente, Mariano Gazzola, o la segretaria Karin Orlandi, la Consultora Luisa Fusaro, Ricardo Buttazzi (membro del CGIE), Bruno Pegorin ( Presidente del Comites di Mendoza), Esteban Roni, autore e coordinatore di quello che è stato l’AVA, piano di assistenza sanitaria; ma anche persone con grande esperienza come Iside Donadon (Presidente dei Trevisani nel Mondo), o Silvia Fusaro (Presidente dei Padovani nel Mondo), Emilio Zacchia ( Presidente degli Italiani di Marcos Juarez) o Luciano Stizzoli (presidente dei Veronesi nel Mondo). Da tutte queste persone che lavorano con grande impegno per la collettività italiana è nato, sabato scorso, un dibattito che ha fatto venire alla luce i nuovi progetti e la grande energia che si agita all’interno di questa federazione.”

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form