Share

On. Ricardo Merlo a II Commissione tematica CGIE:

“Si tratta di un vero risarcimento storico”

Roma 6 luglio 2007 - Interessante e costruttivo dibattito, quello di oggi, nella riunione straordinaria della II Commissione Tematica - Sicurezza e Tutela Sociale - del CGIE a Roma.
Tra i punti all’ordine del giorno, la proposta di unificazione delle tre iniziative legislative in materia di assegno sociale -o di solidarietà - presentate dai deputati Angeli, Bafile e Merlo.


Dopo una rapida analisi e presentazione, da parte dei deputati presenti, delle tre proposte di legge, il commento dell’On. Merlo è stato : “ Ho molto apprezzato la partecipazione dei colleghi Angeli e Fedi (cofirmatario della proposta Bafile) con i quali abbiamo individuato, insieme ai consiglieri e al rappresentante del Ministero degli Esteri presenti, i punti di contatto tra le tre proposte. Oggi abbiamo posto la prima pietra dell’impianto di quello che potrebbe essere un documento unitario, che terrà in adeguata considerazione tutte le osservazioni ricevute.”
Ha poi ribadito il deputato italoargentino: “Non si tratta di questioni di visibilità personale, non ci tengo ad essere il primo firmatario di un provvedimento che è atteso da decenni: la prima rivendicazione in tal senso, ha giustamente ricordato la presidente Maria Rosa Arona, risale già agli anni ’70. Chiamarlo assegno sociale o di solidarietà, è irrilevante se si accetta il principio che ne è alla base: cioè la natura di risarcimento storico nei confronti dei nostri connazionali emigrati all’estero.”
Ha poi così concluso: “ Condivido la preoccupazione del Sen. Claudio Micheloni, che ha sollecitato tutti i presenti a tenere i piedi per terra, illustrandoci le difficoltà che ha incontrato nella costituzione del Comitato per gli Italiani all’estero del Senato.
Noi deputati, eletti in queste circoscrizioni, abbiamo il dovere, l’ho già detto e qui lo ribadisco, di lavorare insieme per l’interesse comune dei nostri connazionali esteri.
Da soli non abbiamo sufficiente potere contrattuale con il Governo.
Dobbiamo far crescere la nostra forza politica in parlamento, superando le differenze, che talvolta rischiano di farci perdere di vista il nostro obiettivo primario: gli interessi di tutta la collettività residente fuori dei confini nazionali.”


Erano presenti alla riunione della II Commissione tematica del CGIE oltre ai consiglieri della stessa oltre ai deputati presentatari delle pdl, l’on. Gino Bucchino, il Sen. Claudio Micheloni, presidente del Comitato degli Italiani nel Mondo al Senato e in rappresentanza dell’Ambasciatore Benedetti, il primo consigliere Marco Trampetti.

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form