Maie: No a manovra finanziaria

Share

MERLO: E'una manovra che non contribuisce alla crescita economica dell’Italia


Roma, 22 luglio 2008:-"l’Italia sta entrando in un circolo economico vizioso dovuto ad aggiustamenti strutturali consigliati da organismi finanziari internazionali”.Così ha dichiarato l’on. Merlo, Presidente del MAIE, che si esprimerà con il suo voto alla Camera, così come al Senato, con il voto della senatrice Giai, contro un provvedimento “il cui scopo è solo chiudere i conti in equilibrio."

“Viene disegnato un piano sulla base della riduzione delle spese, mantenendo alta la pressione fiscale - ha continuato l’on. Ricardo Merlo – contraddicendo quanto promesso in campagna elettorale.
Questo produrrà inevitabilmente meno consumo, uscita dei capitali dal Paese e, al contrario di quanto desidera il Governo, continuerà a fermare la crescita e non farà uscire l’Italia dalla stagnazione.
Il MAIE, invece, crede che, per far reagire l’economia, si debba fare ben altro.
In un contesto internazionale complicato, caratterizzato da un continuo aumento del prezzo del petrolio e delle materie prime, le ricette tradizionali dell’ortodossia monetaristica non porteranno il Paese da nessuna parte.
Servono creatività, coraggio e lungimiranza per ridare fiducia agli investitori e ai consumatori.
All'Italia manca un progetto nazionale che, compatibilmente con la sua partecipazione all’UE, le consenta di ritrovare la strada della crescita sostenibile. Purtroppo, non da oggi, ma fin dal 2006, cioè da quando sono stato eletto, non ho mai sentito discutere, né in ambito parlamentare né governativo, di un progetto nazionale italiano per i prossimi 20 anni.
Il MAIE non appoggia questo provvedimento: alla Camera e al Senato vota contro questa manovra, continuando a restare indipendente e libero di valutare ogni volta ciò che è meglio per l’Italia e per gli italiani all’estero.”

Share

Costituito il Comitato promotore del MAIE di Buenos Aires

Share

L' Avv. Dario Signorini nominato Coordinatore, Pacifico e Bartolo vice


Buenos Aires, 21 luglio 2008:-"Si è trattato di un'auto-convocazione: noi dirigenti di associazioni italiane di Buenos Aires, da tempo ci pensavamo e la settimana scorsa, abbiamo deciso rompere gli indugi, con il tacito assenso del Presidente Merlo, facendolo in piena autonomia. L' appuntamento era nel Club italiano di Buenos Aires; qui abbiamo dato vita al Comitato promotore del MAIE della circoscrizione consolare di Buenos Aires."

E' con soddisfazione che, Irma Rizzuti, responsabile dei Rapporti Istituzionali del MAIE, ha rilasciato questa dichiarazione con la quale ha anche indicato i nomi di alcuni tra i partecipanti alla riunione:" Erano presenti, tra gli altri - ha detto - Graciela Laino, Fernanda Gallo, Lucas Retondaro, Benito Scaramelli, Diego Cerboni, Juan Cingolani, Juan Pallitto, Lorenzo Pallitto, Daniel Santeusanio, José Armenti, Patricia Alvarez, Giuliano Seminar."
Il primo obiettivo del Comitato promotore è stato quello di eleggere, nel suo seno, il coordinatore (Dario Signorini) e i vice coordinatori (la giovane Sabrina Bartolo e il Presidente della Associazione Nazionale Italiana di Buenos Aires Arch. Marcello Pacifico) delle attività che il
Movimento Associativo Italiani all'Estero, fondato dall'On. Ricardo Merlo, svolgerà nella circoscrizione consolare dove risiede la più numerosa collettività italiana del mondo, a partire da subito. "Sono onorato di essere stato scelto per questo ruolo importante" ha dichiarato il neo eletto coordinatore Dario Signorini, che ha spiegato che il comitato si occuperà subito di organizzare la struttura del Movimento sul territorio, invitando a tutti i dirigenti delle associazioni italiane di Buenos Aires a partecipare di esso.

"Questo - ha aggiunto il coordinatore del Maie - per poter essere più vicini alla collettività, ascoltarne le richieste, trasmetterle in tempo reale ai nostri illustri esponenti eletti al Parlamento, il Presidente on. Merlo e la sen. Giai. Invito, ufficialmente, tutti i dirigenti delle associazioni italiane della circoscrizione consolare di Buenos Aires, ma anche gli indipendenti e i dirigenti delle realtà di volontariato argentino (in tanti d' origine italiana), che desiderino partecipare al tavolo di lavoro MAIE, a mettersi in contatto con noi per condividere l' esaltante esperienza della nascita democratica di questo nuovo movimento politico associativo indipendente, vera espressione degli italiani d’Argentina e dei loro discendenti."

Share

Partecipa anche tu al nuovo sondaggio

Share

L’immunità parlamentare per le quattro più alte cariche dello stato significa che il Presidente della Repubblica, il Presidente del Consiglio e i Presidenti della Camera e del Senato, per tutta la durata del loro mandato, non potranno più essere sottoposti a processo.Tu cosa ne pensi?

  • è una cosa giusta che consente continuità di lavoro al Governo
  • è un privilegio da Medio Evo
  • si tratta di un provvedimento ad personam
  • non so

Il cosiddetto 'lodo Schifani bis', secondo la maggioranza, non equivale all'immunita' totale, o meglio, "all'immunita' sostanziale" che "sottrae per sempre alcuni soggetti alla giurisdizione", ma solo una "sospensione temporanea" dei processi in cui sono coinvolte le 4 più alte cariche dello Stato, "per un solo mandato e rinunciabile da parte dell'interessato".
Secondo l'opposizione, ma con diverse sfumature, si tratta invece di un espediente per impedire che il Presidente Berlusconi sia processato.

Share

Ricardo Merlo alla Fondazione Casa America di Genova

Share

"Gli italiani in Argentina e l'Argentina di oggi"

GENOVA - "Gli italiani in Argentina e l'Argentina di oggi" saranno al centro dell'incontro con l'on. Ricardo Merlo, eletto nella circoscrizione America Meridionale, che si terrà il 1° luglio a Genova, presso la Fondazione Casa America (Piazza Dinegro 3) alle ore 17.
L'incontro sarà introdotto da Roberto Speciale, presidente della Fondazione
Casa America.
Porteranno il saluto Giovanni Enrico Vesco, assessore alle politiche dell'emigrazione e immigrazione della Regione Liguria; Gustavo Moreno, console generale della Repubblica Argentina a Milano.
Interverranno Felice Migone, presidente dell'Associazione dei Liguri nel Mondo; Giovanni Rainisio, del Circolo Manuel Belgrano di Imperia; Karina Santini, della Santini Consulting. (Inform)

Share

Opposizione netta del MAIE ai tagli sui fondi per gli italiani all’estero

Share

Roma, 26 giugno 2008: -“Il MAIE nutre una seria preoccupazione sulle conseguenze che il decreto per salvaguardare il potere di acquisto delle famiglie potrebbe avere per gli italiani all’estero e si opporrà decisamente alla sua approvazione.
La stima dei tagli si aggira sui 17 milioni di euro, se non di più, e i settori colpiti sono proprio quelli che ci stanno più a cuore: il potenziamento della rete consolare, la promozione della cultura italiana all’estero e l’assistenza sanitaria.”Questa la dichiarazione del presidente del MOVIMENTO ASSOCIATIVO ITALIANI ALL’ESTERO, on. Ricardo Merlo, che ha aggiunto:
“Constato tra i 18 eletti all’estero, una sostanziale convergenza nel criticare la strada intrapresa dal Governo con questo atteggiamento, critica espressa con toni più o meno accesi a seconda della coalizione di appartenenza.
In particolare, avverto l’imbarazzo dei colleghi della maggioranza che non riescono a trovare giustificazioni convincenti per i tagli decisi dal Governo, che vanno a intaccare i già scarsi fondi che erano stati stanziati con l’ultima finanziaria.
Questa situazione potrebbe innescare quell’azione congiunta dei 18, che da tempo auspico, non solo per confermare ai nostri elettori che manteniamo fede agli impegni presi in campagna elettorale, ma anche per garantire più efficacia alle nostre iniziative di indirizzo dell’azione del Governo nei settori che riguardano tutti noi, a prescindere degli schieramenti partitici.”

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form