Share

Buenos Aires, 10 luglio 2008:- Impossibilitato, per motivi familiari, a venire a votare a Montecitorio contro un provvedimento da lui considerato “frutto della peggiore visione assolutistica dello Stato, come non se ne vedeva più dal Medio Evo”, l’on. Ricardo Merlo ha rilasciato, ad un gruppo di giornalisti, la seguente dichiarazione, a nome del MAIE, il Movimento Associativo degli Italiani all’Estero, da lui fondato: “Nel parlamento oggi stiamo assistendo a qualcosa che rasenta l' indecenza. Siamo in presenza di un vero e proprio ricatto messo in atto per ottenere un privilegio ad personam che era riconosciuto solo ai monarchi assoluti nel medio evo.
Viene chiesto di sostituire, eliminandolo dal “pacchetto sicurezza”, un disastroso emendamento che bloccherebbe irreparabilmente la giustizia italiana, con un decreto che sancirebbe l’immunità, o meglio l’impunità, delle 4 più alte cariche dello Stato.
Mi chiedo se ci rendiamo conto che è in atto un vero e proprio golpe, che sta delegittimando la Costituzione, al solo scopo di proteggere il premier da un processo, a cui tenta di sfuggire con ogni mezzo.
La legge in una Repubblica, in uno stato di diritto, in un paese democratico deve essere uguale per tutti. Il MAIE è assolutamente contrario a questo provvedimento.”
La sen. Mirella Giai, da Roma, esprimendo la sua posizione coincidente con quella del presidente Merlo, ha citato l’art. 3 della Costituzione, sottolineando: “ Tutti i cittadini sono eguali davanti alla legge senza distinzione di condizioni personali e sociali: con questa forzatura, il fondamentale principio costituzionale di uguaglianza viene stravolto ad uso e consumo di una persona, che non rispetta i principi fondamentali della democrazia.”

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form