Share

Dario Signorini (Coordinatore Buenos Aires):
"COSTRUIAMO IL MAIE PER LA DIFESA IRRINUNCIABILE
DEI DIRITTI DEGLI ITALIANI ALL`ESTERO"

Buenos Aires, 17 novembre 2008:- Si e’ tenuto sabato scorso, nella sede del Club italiano, ubicato nel popolare quartiere "Caballito", di Buenos Aires, il Congresso plenario del MAIE - Movimento Associativo italiani all’estero della Circoscrizione Consolare di Buenos Aires.
Con questo congresso il MAIE, rappresentato  nel parlamento italiano sia alla Camera che al Senato, compie un altro passo in avanti nella costruzione  e nel consolidamento della propria struttura.

All’invito del coordinatore MAIE- Buenos Aires, Avv. Dario Signorini, hanno risposto piu’ di 70 delegati, presenti a titolo personale ma appartenenti tutti ad associazioni italiane, argentine ed amministrazioni municipali della circoscrizione di Buenos Aires.
La nuova struttura di conduzione del MAIE Buenos Aires è quindi cosi composta:

Coordinatore: Dario Signorini
Segretaria: Romina Birra


Assemblea Direttiva

 


1

Adriano Peruffo

2

Alba Florise Garibaldi

3

Alberto Antonio Pizzo

4

Alberto Mosetto

5

Alejandro Figurelli

6

Alfredo Rossi

7

Andres Sarria

8

Angel Lobosco

9

Antonio Coppola

10

Antonio Quintiero

11

Armando Birra

12

Benito Scaramelli

13

Bonifacio Ciccone

14

Camilo Bonetti

15

Carmelo Mensa

16

Cesar Meridda

17

Damian Signorini

18

Daniela Mitri

19

Danilo Perazzini

20

Dario Signorini

21

Delia Piro

22

Diego Bear

23

Fabio Maurizio

24

Fernanda Gallo

25

Francisco Novello

26

Francisco Papandrea

27

Gabriela Martin

28

Giulio Franzin

29

Giuseppe Fiscella

30

Hugo Guillermo Herrera

31

Irma Rizzuti

32

Iside Visentin Donadon

33

José Armenti

34

José Cascino

35

José Grundiski

36

José Laurino

37

José María Ortega

38

Josefina de Amadei

39

Juan Cingolani

40

Juan Pablo Signorini

41

Juan Pallito

42

Laura Monteleone

43

Lorenzo Pallito

44

Luciano Stizzoli

45

Luigi Provenzani

46

Marcelo Ragone

47

María Cristina Barbado

48

María Cristina Lopardo

49

María de los Angeles Broggi

50

María Elena Gasparet

51

María Eugenia Serrano

52

María Marino

53

María Teresa Araneo

54

María Teresa Mitri

55

Maximiliano Gasparet

56

Natalia Tuzzi

57

Nello Brunori

58

Nelson Oberé

59

Nestor Torchia

60

Nicola Pallotto

61

Norberto Oliva

62

Norma Mancinelli

63

Patricia Marcela Alvarez

64

Rafael Armenti

65

Renata Miron

66

Rita De Laurino

67

Roberto Juan Baldini  

68

Romina Birra

69

Rosa Porcieri

70

Sabrina Bartolo

71

Silvia De Bin

72

Verónica Trentini

73

Walter Ciccione



Alcuni dirigenti assenti per motivi personali si aggiungeranno  nel prossimo appuntamento del direttivo.
In apertura dei lavori, l’avv.Dario Signorini ha ringraziato i presenti per la grande  adesione, sottolinenando soprattutto l’importanza della
partecipazione di delegati che - proveniendo da citta’  lontane  come Lujan, Zarate, Pilar, ecc. - hanno confermato con la loro presenza la forte
volonta’ di lottare per i propri diritti, partecipando alla costruzione di uno strumento politico rappresentativo degli italiani all’estero.
Il  coordinatore Signorini ha detto: "Non siamo disposti a rinunciare, per nessuna ragione, alla lotta per difendere i nostri  diritti: diritti  che
non sono solo della collettivita’ residente all’estero, ma patrimonio di tutti gli italiani. Salvaguardare le risorse destinate agli italiani
all’estero, per noi del MAIE, significa  proteggere l’Italia stessa e quello che essa rappresenta nel mondo: significa  consentire che i suoi
inestimabili valori di cultura, lingua, tradizione possano essere protetti e tramandati alle nuove generazioni."
Il Presidente, on. Ricardo Merlo, che ha voluto portare il suo saluto ai tanti dirigenti di associazioni che hanno entusiasticamente aderito
all’incontro, ha  espresso viva soddisfazione per la massiccia e rappresentativa presenza e ha voluto trasmettere ai  presenti  alcuni fondamentali considerazioni sul futuro del MAIE: “Il Movimento Associativo  -  ha detto  - continua il suo percorso di crescita e di consolidamento, e questo incontro ne e’ la dimostrazione. Il nostro progetto  rimane quello di costruire uno strumento adatto agli emigranti ed alle nuove generazioni,  che potra’  essere da questi utilizzato per intervenire attivamente e direttamente nella realta’ sociale, economica e politica italiana: uno strumento per far sentire la loro voce, che non e’ altro che il proseguimento logico, l’evoluzione, di quello  che, in maniera solidaristica e  volontaristica,  i loro padri e i loro nonni hanno  fatto con le associazioni italiane.Ecco perche’ - ha concluso-  sono a tutti
grato perche’ oggi siete qui,  al di la’ degli   schieramenti partitici che
potrebbero caratterizzarci e dividerci, per lavorare uniti e trovare nuove
soluzioni, nuove strade  per far rispettare i nostri diritti di cittadini
italiani.”

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form