Share

Roma: 4 marzo 2010:- Animato il dibattito al Senato ieri, sulle dimissioni del sen. Di Girolamo e sulle ripercussioni che esso ha  sull’ immagine del voto all’estero. Tra i tanti, molto intenso è stato l’intervento del sen. Micheloni (PD), che ha affermato  che le cause delle, presunte,  irregolarità nel voto sarebbero da rintracciarsi nella cattiva politica e nel potere della criminalità organizzata di  infiltrarsi nei meccanismi di voto. Il Sen. Micheloni, nel suo discorso,   ha portato come  esempio della buona politica  la sen Giai (MAIE -Movimento Associativo degli italiani all`estero-) dicendo testualmente: “ …la collega senatrice Mirella Giai è qui con noi non perché ci sono stati brogli, ma perché quella donna ha rappresentato per una vita, per i nostri connazionali residenti in Argentina, l'onore degli italiani in Argentina.”

Commentando queste dichiarazioni. Mariano Gazzola, consigliere del CGIE,   ha dichiarato: “Come ha ben detto il sen. Micheloni, gli italiani  che hanno votato all’estero sostenendo i  propri candidati regolarmente, sono le vere vittime  di questo caso . E  un esempio di sana politica è proprio quello della sen. Giai: regolarmente eletta nelle file del MAIE, l’unica formazione politica italiana nata all’estero, espressione  dell'associazionismo di volontariato, che conta su una forte partecipazione di base e che  si presentò alle elezioni del 2008 come lista indipendente da tutti i settori politici italiani .

La sen. Giai, in un caso come questo, ben rappresenta la faccia positiva della medaglia del voto all'estero, e il MAIE è un'alternativa possibile.”

 

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form