Share

Rosario Luglio 2010:-E' stato sottoscritto il 2 luglio scorso, nel Palazzo municipale di Rosario, l'accordo di cooperazione tra il municipio di Rosario e la cooperativa sociale "Ambra" di Reggio Emilia, la quale finanzierà la ristrutturazione di un centro di accoglienza per bambini che vivono in condizioni di disagio. L’accordo, sottoscritto dal sindaco della città di Rosario Miguel Lifschitz e dal Presidente e  Direttore Generale della Cooperativa Roberto Mainardi, è stato promosso dalla senatrice del Movimento associativo italiani all'estero, Mirella Giai e ha ottenuto il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e un apprezzamento da parte della Directora Nacional de Promoción del Ministero de Desarrollo Social.

Alla cerimonia erano presenti il Console generale d’Italia a Rosario, dr. Rosario Micciché, il coordinatore del Maie Rosario nonchè referente della cooperativa Ambra per il controllo dell'esecuzione del progetto Adrián Segura, l’Assessore Fernando Asegurado e i responsabili di Promoción Social del Municipio di Rosario Raúl Capilla e Andrea Travaini. Durante l'incontro, il sindaco Lifschitz ha espresso soddisfazione per la realizzazione del progetto ringraziando la senatrice Giai che ha detto:  "Bisogna ridurre e prevenire la permanenza dei bambini per strada. I bambini sono il futuro e noi abbiamo il dovere di garantire loro un avvenire sano e costruttivo. Per questo la cooperativa "Ambra" si impegnerà a sviluppare un progetto in cui i bambini saranno impegnati in attività lavorative e sociali che gli daranno la possibilità di imparare un mestiere.  Nel progetto, saranno  coinvolte anche le famiglie dei bambini che  avranno il compito di interagire con la struttura, recuperando il proprio ruolo educativo e  affrontare e risolvere i problemi del proprio figlio. Questo, anche per migliorare la qualità di vita del minore, attraverso un cammino ed un appoggio assistenziale, educativo e psicologico che verrà fornito dalla struttura stessa con figure professionali qualificate,  messe a disposizione attraverso un piano annuale di scambi formativi che prevede l'invio ogni 12-16 mesi di un team di supervisione qualificata che, operando nel centro, darà apporto ed assistenza agli ospiti del centro. E' un impegno importante e, sono certa, che questa collaborazione sarà fruttuosa e determinante per togliere dalla strada tanti bambini e ridare a loro e alle loro famiglie una nuova vita, quella che meritano. Bisogna trasformare la strada in un luogo in cui affrontare la vita in tutte le sue sfumature ma che possa garantire dignità e segnare il giusto cammino per la vita. "

 

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form