Share

Roma 10 novembre 2010:- Come anticipato ai connazionali incontrati nella sua ultima visita  in Venezuela, l’on. Ricardo Merlo ha appena presentato un’interrogazione al Ministro Frattini per chiedere quali azioni intenda mettere in atto per la  protezione delle proprietà degli italiani, in considerazione del grave danno a loro causato dagli espropri.
“Ho ascoltato le preoccupazioni dei nostri connazionali e ho avvertito la grande delusione che provano nel sentirsi abbandonati dal governo italiano, quando addirittura non presi in giro. “ Così l’on. Ricardo Merlo (MAIE) ha commentato la presentazione dell’interrogazione al Ministro degli Esteri sul tema degli espropri in Venezuela.” A maggio scorso, in occasione di una sua visita istituzionale nel Paese (nella quale sono stati firmati 6 importanti accordi di cooperazione col governo di Chavez) il Ministro Frattini aveva promesso di intervenire presso il governo venezuelano per trovare una soluzione a questo dramma, che ha buttato sul lastrico centinaia di famiglie di piccoli e medi imprenditori italiani. Visto che, a tutt’oggi,  alle parole non sono seguiti i fatti - ha spiegato il deputato italosudamericano - ho presentato un’interrogazione al ministro stesso per chiedere conto di quella promessa.”
Merlo ha  puntualizzato "La sicurezza dei beni di tutti nostri connazionali va assolutamente garantita. Non basta firmare accordi che proteggono sempre e solo le grandi imprese. Questo governo ha abbandonato le famiglie italiane, i privati cittadini, che oggi si sentono in pericolo. Molte di queste persone hanno dedicato tutta la loro vita a impiantare e far crescere attività produttive, sempre nel rispetto delle leggi locali e, oggi, non ricevono alcuna protezione dallo stato italiano. Penso, ad esempio, al caso dell’esproprio del 2009 della società anonima TRICOMAR, un’ impresa di trasporti del  settore marittimo, fondata nel lontano 1958, il cui titolare Cosimo Annese (originario di Bari) che ho incontrato personalmente a Maracaibo, mi ha lucidamente e drammaticamente esposto. Come deputato eletto in Sudamerica ho sentito urgente il bisogno di fare qualcosa con i mezzi che sono a disposizione del  parlamentare. Ma credo che sia ben più urgente  - ha concluso l’on. Merlo - che il Governo si attivi con tutti gli strumenti della diplomazia internazionale, per risolvere questo problema. E’ finito il tempo delle promesse non mantenute. Che il Ministro Frattini  passi ai fatti.”


 

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form