Merlo invitato dal sindaco Sergio Massa a Tigre

Share

Roma,  4 Novembre 2011: - Nell’ambito delle attività istituzionali, il 2 novembre scorso l’on. Ricardo Merlo si è recato in visita alla città di Tigre (P.cia Buenos Aires), accompagnato dal vicepresidente del MAIE Argentina, Cav. Claudio Zin.   Invitato dal sindaco della città, Sergio Massa, il presidente del Movimento Associativo italiani all’Estero ha visitato  questo importante snodo commerciale, a pochi km dalla Capitale Federale. “Tigre  è una città fluviale che si sviluppa sul delta del fiume Paranà ed è costruita  su  canali  e isole -  ha spiegato Ricardo Merlo - Sergio Massa, il sindaco di origini italiane, che è stato appena rieletto con il 74% di consensi - ha aggiunto il presidente del MAIE  -  mi ha invitato a visitare questa bellissima città sia per scopi istituzionali, in qualità rappresentante parlamentare della collettività italiana, che qui risiede numerosa, sia per valutare insieme le possibilità di un gemellaggio tra la città di Tigre e Venezia.

Con il vicepresidente del MAIE, Cav. Claudio Zin abbiamo concordato di esplorare questa possibilità con il sindaco della città lagunare, dott. Orsoni.Un gemellaggio tra queste due città, che  potrebbe contribuire positivamente alla crescita dell'amicizia fra le popolazioni delle due città e sviluppare la reciproca collaborazione in  settori quali quello culturale, artistico, tecnico, scientifico, economico, sportivo, turistico, in quello della gestione amministrativa ed urbanistica.”

Share

Accordo MAIE - Università di Bologna 2011-2012

Share

Roma, 25 ottobre 2012:-"Come ogni anno, in questi giorni sono partite le selezioni per gli stages offerti dal MAIE presso il Parlamento." ha detto Ricardo Merlo, presidente del Movimento Associativo italiani all'estero.
In base all'accordo stretto tra il MAIE  e la Fondazione Alma Mater di Bologna, il MAIE accoglierà alcuni giovani sudamericani per l'anno accademico 2011-2012. Le candidature quest'anno provengono da Argentina, Colombia e Brasile.
"Gli stages - ha aggiunto Merlo - sono rivolti agli studenti del Master in Relazioni Internazionali Europa - America Latina, dell'Università di Bologna. I ragazzi dopo aver completato i primi 9 mesi di formazione dovranno chiudere la fase formativa italiana con uno stage di 3 mesi. Il MAIE in base all'accordo stretto nel 2009 offre loro la possibilità di uno stage presso il Parlamento italiano."
La selezione dei candidati si concluderà entro questo mese e gli studenti ammessi cominceranno lo stage a partire da Gennaio 2012. "Questi ragazzi provengono da studi universitari prevalentemente umanistici come Scienze Politiche, Giurisprudenza, Commercio Internazionale, ma non solo; alcuni hanno già un'esperienza professionale alle spalle, pochi però hanno un'esperienza di partecipazione attiva alla vita politica." ha spiegato il deputato italo sudamericano."Nel corso di tre mesi gli studenti impareranno  a svolgere attività di ricerca e documentazione parlamentare, a predisporre atti di supporto al lavoro nelle Commissioni parlamentari, a redigere relazioni e studi relativi agli atti parlamentari, quali progetti di legge, emendamenti, relazioni, interventi, atti di sindacato ispettivo.L'esperienza degli anni passati con questi giovani, preparati  ad altissimo livello dall'Università di Bologna - ha concluso l'on. Ricardo Merlo -  si è rivelata di grande valore sia dal punto di vista formativo che dal punto di vista umano. Noi del MAIE  continuiamo ad investire sul futuro e sulle nuove generazioni."

Share

Il MAIE presente nella Repubblica del Paraguay

Share

Roma, 17 ottobre 2011:- La settimana scorsa, Juan E. Balestretti (Vicecoordinatore MAIE Buenos Aires), si è recato in missione in Paraguay per  incontrare i rappresentanti delle istituzioni italiane, delle associazioni e la collettività. In questa prima missione Balestretti ha incontrato diversi esponenti della collettività locale tra i quali  la sig.ra Elizabetta Deavi, Presidente dell’ Associazione Trentina e il Presidente del Circolo italiano Dr. Jose A Zanotti Cavazzoni. Il vicecoordinatore MAIE BAires ha portato loro il saluto del presidente Ricardo Merlo e della senatrice Mirella Giai e ha offerto l'assistenza e la collaborazione del Movimento Associativo in diversi ambiti anche in vista  delle prossime elezioni del COMITES, le prime di questo Paese.
Balestretti, che è anche membro COMITES Bs As, ha così commentato questa visita alla comunità italiana del Paraguay:”L’elezione del COMITES del Paraguay permetterà di  formalizzare le relazioni tra  le Associazioni italiane qui presenti e  il Governo italiano; inoltre, permetterà un rafforzamento dei legami istituzionali tra le comunità italiane del Paraguay e quelle dell’Argentina.”
Il Presidente del Circolo Italiano Dr. Jose A Zanotti Cavazzoni, che ospita nella sua sede le attività di tutto l’associazionismo regionale italiano presente in Paraguay, ha concordato sul fatto che “ Le associazioni garantiscono il mantenimento della cultura, della lingua  e rappresentano i luoghi dove i nostri figli possono incontrare e vivere la loro italianità .”
Il presidente del MAIE, Ricardo Merlo, ha inviato un saluto personale ai due presidenti e ha auspicato che al Paraguay sia riconosciuto un ruolo particolare nella realtà sudamericana degli  italiani all’estero.

Share

Casini Merlo e Giai ricevono Comitato di presidenza del CGIE

Share

Roma, 14 ottobre 2011:- Merlo (MAIE):“Un incontro per parlare di presente e futuro degli italiani all’estero”. Si è tenuto oggi a Montecitorio un incontro tra il leader UDC on. Pier Ferdinando Casini e il Comitato di presidenza del CGIE -Consiglio Generale Italiani all’Estero,  a Roma in questi giorni per la consueta Assemblea Plenaria.Fortemente voluto dall’On. Ricardo Merlo e dalla Sen. Mirella Giai, parlamentari del Movimento Associativo Italiani all’Estero, l’incontro si è svolto in un clima di collaborazione, come ha dichiarato lo stesso leader UDC al termine dello stesso. Il segretario generale del CGIE Elio Carrozza  ha spiegato al presidente Casini le difficoltà che gli italiani all’estero stanno affrontando, soprattutto negli ultimi tempi, lamentando un forte disinteresse del Governo.
“Ci sentiamo dimenticati da un governo - ha detto - che non capisce quello che gli italiani all’estero possono rappresentare per il Paese. Oggi molti italiani, di seconda e terza generazione, occupano nel mondo posti di grandi responsabilità nei settori più diversi. E la nuova emigrazione, quella dei nostri giovani laureati, i cosiddetti cervelli in fuga,  arricchirà ulteriormente di questo patrimonio di professionalità, cultura e capacità italiana altri Paesi. Tutta questa ricchezza non può essere trascurata. La nostra collettività all’estero merita che l’Italia si impegni un po’ di più di quello che finora è stato fatto.”Tra gli argomenti trattati si è parlato dei tagli ai fondi degli italiani all estero,  della riforma del Comites e del CGIE e della riforma elettorale.Casini ha manifestato la sua piena disponibilità, affermando che: “ Sono convinto che sia  più l’Italia che ha bisogno degli italiani all’estero di quanto gli italiani all’estero abbiano bisogno dell’Italia. E ribadendo il solido rapporto di collaborazione che lega il MAIE all’UDC , ha aggiunto:” L’UDC si sente più che rappresentata dal MAIE di Ricardo Merlo per ciò che riguarda gli italiani all’estero e la nostra alleanza continua  solida .”Al termine dell’incontro Ricardo Merlo ha dichiarato:” E’ stato un incontro fondamentale con uno dei leader che sicuramente governerà l’Italia nel prossimi anni. Casini per quasi un’ora ha ascoltato con grande attenzione le richieste di questa importante rappresentanza degli italiani all’estero  e si è mostrato totalmente disponibile per cercare le soluzioni.

Erano presenti all’ incontro, oltre al segretario generale del CGIE Elio Carrozza e al segretario amministrativo Stefano Verrecchia: Gianluigi Ferretti, Francesco Pascalis, Riccardo Pinna, Francisco Nardelli, Dino Nardi, Ugo Di Martino, Michele Schiavone.

Share

Vertice Casini - Merlo su Circoscrizione Estero

Share

ROMA, 10 ottobre 2011 - A poche ore dall’Assemblea generale del CGIE, si è tenuto a Montecitorio un vertice  tra il presidente Pierferdinando Casini (UDC) e Ricardo Merlo (MAIE).I due politici si sono incontrati per parlare degli sviluppi della costruzione dell’alleanza MAIE-UDC nella Circoscrizione estero, con particolare riguardo all’ Africa, al Nord America e all’Australia. Ricardo Merlo ha illustrato al Presidente Casini tutte le potenzialità di quelle ripartizioni e gli ha ribadito  la necessità di continuare a lavorare congiuntamente per ribaltare l’opinione  - condivisa anche da una parte della maggioranza -  secondo cui gli italiani all’estero rappresenterebbero un costo per il Paese.
“In realtà essi sono molto più che un’opportunità per l’Italia - ha detto Merlo - essi potrebbero rappresentare il volano per la ripresa dell’economia.
Molti connazionali residenti all’estero che ho incontrato nelle mie missioni nelle varie ripartizioni - ha dichiarato Merlo - mi hanno manifestato la loro seria preoccupazione per le vicende economiche e politiche di questi giorni e mi stanno chiedendo come possono concretamente dare una mano al Paese.
Io credo che la ripresa del dialogo tra l’Italia e le nostre comunità all’estero, e una rinnovata attenzione alle potenzialità che essere rappresentano, in campo imprenditoriale, industriale ed economico, potrebbe non solo migliorare  l’immagine generale del paese, ma avviare un positivo processo di ripresa.
L’Italia è oggi troppo ripiegata su se stessa: deve ritrovare progettualità  per la crescita a medio e lungo periodo percorrendo strade nuove.
L’alleanza   MAIE -UDC  sta lavorando in questo senso - ha continuato il presidente del MAIE -  cercando ovunque nuove energie, nuova linfa per rilanciare l’Italia nel mondo. E su questo Casini mi ha pienamente appoggiato - ha aggiunto Merlo. Ci siamo lasciati con la promessa di una verifica del lavoro MAIE-UDC nella Circoscrizione Estero entro la fine dell’anno.”

All'incontro era presente anche Francesco Pascalis (coordinatore MAIE - UDC Oceania)  il quale ha dichiarato di aver visto il presidente Casini molto sensibile alla questione della rappresentanza degli italiani all'estero.
Dal canto suo Pierferdinando Casini ha confermato: "Seguo con attenzione le vicende degli italiani all'estero perchè comprendo l'importanza  e le potenzialità  che essi rappresentano -  aggiungendo che riceverà nei prossimi giorni una delegazione del CGIE,  in questi giorni riunito alla Farnesina per
l 'Assemblea plenaria.


Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form