Share

Convegno MAIE Buenos Aires:"Più di cento dirigenti di associazioni pensano al futuro dell'associazionismo

Roma, 14 Novembre 2011:- Alla presenza di più di cento dirigenti di diverse istituzioni presenti eoperanti nella Circoscrizione Consolare di Buenos Aires, si è tenuto sabato scorso il Convegno "Lavorare insieme per il futuro dell'Associazionismo" promosso dal MAIE Buenos Aires. Anfitrione dell'evento è stato il Cav. Marcelo Pacifico Presidente della Associazione Nazionale  Italiana, che quest'anno compie i 150 della sua fondazione,  simbolo della collettività,  scelta proprio per questo come sede dell'evento data la concomitanza con i festeggiamenti relativi alle celebrazioni della Unità d'Italia.
Tra i presenti il Cav. Gerardo Pinto (FEDITAL) membro del CGIE, il Cav.Guillermo Rucci
Presidente dell' InterComites Argentina,  Graciela Laino, Presidente del Comites Buenos Aires, vari
membri del Comites di Buenos Aires,  Jose Armenti, Juan Balestretti (Vice-coordinatore del MAIE
Bs.As.) e Juan Pallito vicecoordinatore del MAIE Buenos Aires e consigliere del Municipio di San
Fernando.

Presieduta dall'On. Ricardo Merlo, che era accompagnato dal Vice-Presidente del MAIE Argentina, Cav. Claudio Zin, e organizzata e condotta dal Coordinatore MAIE Bs.As. dott.Dario Signorini, questa giornata di studio è stata dedicata ad un intenso lavoro sulle esperienze di varie realtà del mondo dell'Associazionismo.
I rappresentanti delle Associazioni hanno parlato in particolare del caso dei sodalizi discutendo
soprattutto su due temi fondamentali: la sostenibilità economica delle associazioni italiane e il
coinvolgimento dei giovani.
Il Dott. Signorini, vicepresidente di FEDIBA (la Federazione che raggruppa tutte le associazioni
italiane di Buenos Aires) ha sottolineato l'importanza dell' esistenza delle federazioni regionali,
circoscrizionali e sopratutto di FEDITALIA, considerata la "mamma" delle associazioni italiane in
Argentina che, ha detto, "tutti dobbiamo appoggiare e continuare a rafforzare".

Il Coordinatore ha quindi annunciato che il MAIE  sta organizzando un' equipe con competenze
interdisciplinari costituita da giovani professionisti che offriranno consulenza giuridica, contabile e
sui progetti, alle associazioni che lo necessitino e lo richiedano.
" Lo consideriamo una sorta di restituzione all' Associazionismo - ha dichiarato il presidente, on.
Ricardo Merlo - una forma di riconoscenza e un gesto di solidarietà poiché il nostro Movimento
Associativo MAIE, si è nutrito e si nutre continuamente di dirigenti che provengono dal mondo del
volontariato." 
Dal canto suo, Signorini ha sottolineato: " il profondo sentimento patriottico di questa giornata, non
solo per  gli inni nazionali dell'Argentina e dell' Italia intonati dai presenti; ma anche perché si
evince dal documento distribuito ai dirigenti intervenuti che l'Associazionismo è chiamato ancora
una volta a dare un appoggio determinante per il rilancio dell'Italia.
Un appoggio non solo sociale, ma anche e soprattutto politico, che ci permetterà di essere
protagonisti e non meri spettatori della crisi, proponendo alternative, trasformandoci in veri
ambasciatori della nostra patria. Noi italiani all'estero che,  con coraggio, onorabilità, intelligenza e
unità vogliamo riportare la nostra patria  nell'ambito delle potenze mondiali, dobbiamo interagire
con la comunità, con i Municipi, con le  Province e con lo Stato.
Perciò - ha detto Signorini chiudendo il Convegno - dobbiamo riuscire a garantire l'autosostenibilità
delle Associazioni, per  favorirne sviluppo e crescita in accordo alla sfida storica e per assicurare
un  futuro "italiano" alle nostre nuove generazioni. “

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form