Merlo: “Solidarietà e aiuti concreti del MAIE alle vittime delle inondazioni in Argentina”

Share

Roma, 9 aprile 2013: – “Solidarietà e aiuti concreti del MAIE”. E’ il messaggio che l’on. Ricardo Merlo ha rivolto alla propria struttura, inviando una nota con l’espressione del cordoglio e della vicinanza del Movimento Associativo alle popolazioni colpite dalle violente e intense piogge in Argentina, soprattutto nella zona de La Plata.

“Desidero esprimere, a nome mio personale e come parlamentare italiano eletto in America Meridionale il mio profondo cordoglio unitamente a quello di tutti i dirigenti e membri del MAIE per la terribile tragedia che ha colpito le famiglie argentine, tra le quali anche alcune di origini italiane” ha dichiarato il Presidente Merlo.

La base del MAIE si sta già mobilitando per fornire aiuti a quanti sono rimasti senza casa, cibo, acqua, energia elettrica.

Share

Anche il MAIE presenta i suoi 8 punti

Share

claudio zinMERLORoma, 8 aprile 3013:- Merlo (MAIE): “Noi italiani all’estero presentiamo in 8 punti l’Italia che vorremmo.” Dopo la presentazione fatta giorni fa da Bersani (PD) e poi da Berlusconi (PDL),  anche il MAIE ha, in queste ore, presentato un piano di azioni urgenti da mettere subito in atto per questa legislatura,  focalizzando le necessità specifiche della collettività residente all’estero, ma non solo. Questi 8 punti, oltre ad essere presentati in parlamento attraverso i legislatori del MAIE saranno portati all’attenzione dei maggiori leader politici italiani – Bersani, Berlusconi, Monti, Casini -  e verranno consegnati personalmente nelle mani del prossimo Presidente della Repubblica, in occasione delle consultazioni. L’on. Ricardo Merlo, in una nota, ha spiegato:” Voglio solo ricordare che questa proposta sarà sostenuta al Senato e alla Camera dai nostri parlamentari – Zin, Borghese, Nissoli  e dal sottoscritto – e  verrà discussa ed approfondita in occasione dei prossimi congressi MAIE. Invito anche  tutti i parlamentari eletti all’estero degli altri partiti a sostenere e arricchire le nostre proposte. Certo per la realizzazione di questo programma diventa fondamentale  ripristinare  il Ministero gli Italiani nel mondo. Qualsiasi proposta da noi presentata, infatti, avrebbe maggiore autorevolezza  e risonanza se fosse supportata da un  nostro Ministro.”

nissoli

 

 

 

 

 

 

 

Share

Leggi tutto...

Il presidente Ricardo Merlo incontra Nicola Carè (MAIE Australia)

Share


“Prima dell’ estate grande Congresso MAIE a Sydney”

Roma, 4 Aprile 2013:-  L’on. Ricardo Merlo ha incontrato, oggi, a Montecitorio Nicola Carè, coordinatore del Movimento Associativo in Australia e candidato alle elezioni politiche dal MAIE  nella Lista Monti – Ripartizione Oceania. Alla riunione ha partecipato anche il neoeletto senatore Claudio Zin(MAIE), eletto in America latina,  presente a Roma per i primi impegni della legislatura.
Il Presidente Merlo si è complimentato con Carè per il brillante risultato elettorale che lo ha visto piazzarsi al secondo posto, sopravanzando il PDL  e ottenendo il 30 % dei voti di lista.
Merlo ha lungamente parlato con il dott. Carè del risultato elettorale e, dopo aver tracciato un’analisi del lavoro svolto, ha dichiarato: ”E’ una grande soddisfazione – così si è espresso il deputato più votato all’estero – che Nicola Carè, il candida! to del MAIE al Senato in Oceania, abbia ottenuto questo eccellente risultato, superando come lista  anche il PDL, considerato che era prima volta che si presentava alle elezioni. Questo significa che siamo sulla buona strada per vincere il seggio la prossima volta.”
Dal canto suo, Carè si è detto sicuro di una forte crescita del MAIE, nei prossimi mesi, in Oceania e ha preannunciato la visita del Presidente Merlo in Australia, a breve. “Con il coordinatore dell’Oceania, Francesco  Pascalis, stiamo organizzando un congresso per analizzare il cammino fin qui fatto e studiare nuove strategie per il futuro. Accanto a questo incontro con i dirigenti del MAIE Oceania, sono in cantiere una serie di iniziative sociali e culturali di cui daremo comunicazione diretta nelle prossime settimane.”

Share

IL MAIE AL QUIRINALE: Merlo e Borghese incontrano il presidente Napolitano

Share

Roma, 20 Marzo 2013: – E’ terminato da poco l’incontro tra il presidente del MAIE, Ricardo Merlo, e il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, a cui ha partecipato anche il neoeletto del MAIE, on. Mario Borghese.

Alla  riunione durata più di mezzora hanno partecipato anche gli esponenti di Fratelli d’Italia Ignazio Larussa e Giorgia Meloni. L’on. Ricardo Merlo ha lasciato il Quirinale e davanti a più di 40 giornalisti ha  rilasciato la sua dichiarazione a nome del Movimento Associativo Italiani all’estero.

“Abbiamo espresso l’auspicio al Presidente Napolitano che l’Italia abbia al più presto un governo stabile che ci dia la possibilità di fare le riforme necessarie, perché, peraltro, non avrebbe senso tornare a elezioni con questa legge elettorale  che potrebbe  magari determinare lo stesso risultato.”

L’on. Ricardo Merlo ha poi aggiunto. “ Noi esprimiamo una grande preoccupazione per un’Italia che – vista dall’estero – sembra di essere in preda ad un vero disordine istituzionale.
L’arrivo di Beppe Grillo al potere con un atteggiamento politicamente autistico e autoreferenziale, danneggia ancor di più l’immagine dell’Italia all’estero.
Secondo la nostra visione, siamo davanti ad un opportunista che non rispetta il voto della maggior parte degli italiani che si sono espressi a favore di altr i partiti e non del suo.

In realtà noi pensiamo che in Italia si stia affacciando una  nuova casta politica, la “casta del web” che mette l’interesse del proprio gruppo politico al di sopra dell’interesse dell’Italia e degli italiani. Noi pensiamo che il nostro paese non abbia bisogno di nessuna casta, ma di  una  classe politica capace di portare avanti il rilancio economico – sociale e politico. Per questi motivi, nessuno può negarsi al dialogo e alla possibilità di concordare un programma di governo.
Ancora meno quelli che hanno ottenuto dal voto degli italiani la maggioranza relativa alla Camera dei deputati. Sembra che abbiano paura di governare.

Noi del MAIE invece- ha concluso il presidente del movimento Associativo Italiani all’Estero – che siamo stati eletti con il sistema delle preferenze,  vogliamo davvero rinnovare la politica italiana e contr ibuire al disegno di un nuovo progetto di paese.

Offriamo all’Italia tutto il  supporto possibile da parte della nostra collettività residente all’estero, un’immensa risorsa appassionata del proprio paese che vuole essere partecipe di un vero cambiamento.”

Share

Prima seduta del nuovo Parlamento:Merlo, Borghese, Nissoli, i tre rappresentanti MAIE alla Camera dei deputati.

Share

E’ partita oggi  la nuova legislatura con il primo impegno delle due Camere per eleggere i nuovi rispettivi presidenti. Il MAIE alla Camera dei deputati è rappresentato dall’on. Ricardo Merlo, presidente e fondatore del Movimento Associativo,  dall’on. Mario Borghese eletto in Sudamerica e dall’ on. Fucsia Nissoli eletta in Nord America.

L’on. Merlo, che è alla terza legislatura, non ha nascosto le sue emozioni nel rientrare nell’Aula rinnovata. “Sento la forte responsabilità di questo momento. Ci apprestiamo ad iniziare una legislatura con tante incertezze e con un Paese politicamente spaccato e in piena crisi economica. La ricerca delle intese possibili per andare avanti è una priorità per il bene del Paese.”

In Aula anche Mario Borghese alla prima esperienza parlamentare, ha così commentato la sua  prima giornata di lavoro a Montecitorio: “Sono contento di vedere che  il nuovo Parlamento è il più “giovane”  nella storia della Repubblica. E’ un buon segno che indica la voglia di partecipazione delle nuove generazioni.” L’on. Fucsia Nissoli, eletta in Nord America  dal canto suo ha rilevato che questo Parlamento è anche quello con una maggiore presenza di donne: “Nonostante il clima di stallo per l’elezione del presidente che rivela significative diversità tra gli schieramenti, credo che la presenza di tante colleghe darà   un impulso alla ripresa del  dialogo. Ritengo che noi donne possiamo e  dobbiamo dare un’immagine di maggiore unità e di responsabilità al Paese.”

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form