Italiani all’estero: i partiti tradizionali litigano, noi lavoriamo

Share

Italiani all’estero, Filosa (MAIE): i partiti tradizionali litigano, noi lavoriamo


"Lo scorso sabato 26 ottobre, si è tenuto a Londra il Terzo Congresso del MAIE in Europa. Un appuntamento importante, non solo per il luogo scelto - la capitale inglese è punto di riferimento per tantissimi italiani residenti nel Regno Unito, ma anche, più in generale, per quelli che vivono nel Vecchio Continente - e per la presenza di tutti i coordinatori MAIE UE, oltre ai parlamentari del Movimento Associativo Italiani all'Estero; un appuntamento importante, dicevamo, soprattutto perché è stata l'occasione per costruire le basi delle prossime sfide che ci attendono, fra cui le elezioni europee”. Così Ricky Filosa, Coordinatore del MAIE in Centro America.

Share

Leggi tutto...

Londra: Terzo Congresso del MAIE Europa Ricardo Merlo: "Uniamoci altrimenti non esistiamo"

Share

Londra: Terzo Congresso del MAIE Europa
Ricardo Merlo: "Uniamoci altrimenti non esistiamo"

"Nessun partito è in grado di radunare così tanta gente un sabato pomeriggio a Londra (ma neppure in altri luoghi d'Europa) per discutere di politica per gli italiani nel mondo" - dichiara il Coordinatore del MAIE Europa, Gian Luigi Ferretti:"A dire la verità gli altri non ci provano nemmeno. Finite le elezioni vanno in letargo e si risvegliano solo alla vigilia di quelle successive".

Nella Casa d'Italia S. Vincenzo Pallotti al 136 di Clerkenwell Road il MAIE Europa ha tenuto il suo Terzo Congresso in un anno di vita. A presiedere, oltre a Ferretti,  l'On. Ricardo Merlo, l'On. Mario Borghese e l'Arch. Luigi Billè, Coordinatore del MAIE in Gran Bretagna nonché Vice Coordinatore europeo.

Share

Leggi tutto...

Merlo (MAIE) a ItaliaChiamaItalia: fare in Parlamento un gruppo per gli italiani nel mondo

Share

MERLO

 Merlo (MAIE) a ItaliaChiamaItalia: fare in Parlamento un gruppo per gli italiani nel mondo


Ricardo Merlo, fondatore e presidente del Movimento Associativo Italiani all’Estero, sceglie Italiachiamaitalia.it per lanciare la sua proposta a tutti gli eletti all’estero, e non solo a loro: un gruppo, in Parlamento, per gli italiani nel mondo.

Per vedere l'intervista clicca QUI

 

Share

Tutto pronto per il III° Congresso MAIE Europa

Share

Tutto pronto per il III°  Congresso MAIE Europa Attesi a  Londra i parlamentari e delegazioni MAIE provenienti da tutta Europa.  Luigi Bille' sta dando gli ultimi ritocchi all'organizzazione del Congresso MAIE che si terrà a Londra il prossimo weekend di ottobre (il 26 ottobre, ore 14.30, presso Casa Italiana S. Vincenzo Pallotti).

Oltre alle presenze dei delegati da tutta Europa sono confermate le presenze dei parlamentari del MAIE, l’On. Ricardo Merlo e l’On. Mario Borghese,  di rappresentanti di associazioni di categoria, di varie associazioni di italiani all'estero e di autorità locali e da tutta l’Europa. Il coordinatore MAIE GB, Billè prevede una forte partecipazione perché " in questi mesi siamo stati sempre tra la gente. Il MAIE non si è fermato con le elezioni di febbraio - ha aggiunto - ma ha continuato a occuparsi della collettività, ascoltandola e dando risposte ai connazionali. Siamo molto cresciuti e la gente vede che la nostra non è una presenza effimera. Noi ci siamo e vogliamo diventare il punto di riferimento per tutti i connazionali residenti in Europa e nel mondo."

 

 

Share

Rete consolare, Sen. Dott. Claudio Zin MAIE : "Riorganizzazione, no tagli"

Share

zin2

Rete consolare, Sen. Dott. Claudio Zin MAIE : "Riorganizzazione, no tagli"

"Riorganizzazione non è sinonimo di tagli lineari" è quanto affermato dal Sen Dott. Claudio Zin, Vicepresidente del Gruppo per le Autonomie, in occasione dell'ultima riunione informativa della Commissione Affari esteri del Senato, dedicata alla razionalizzazione della rete estera, cui ha preso parte il Viceministro agli Esteri Marta Dassù.

Secondo il Senatore, il Governo sottovaluta l’importanza delle relazioni economiche, sociali e culturali che ruotano intorno alle sedi consolari. "Invece di chiudere le strutture consolari occorrerebbe optare, piuttosto, per una riorganizzazione funzionale delle stesse in modo da abbassarne gli alti costi pur garantendo alla nostra collettività all'estero la continuità dei servizi." E aggiunge " Di fronte al fatto indiscutibile che la tecnologia, per offrire detti servizi è oggi disponibile ed anche economica, non è assolutamente concepibile che i Consolati italiani, in America Latina principalmente, offrano servizi che possono essere considerati il più delle volte scadenti e soprattutto disomogenei- si pensi ad esempio alle lunghe attese relative alle pratiche della cittadinanza".

Share

Leggi tutto...

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form