Share

CON LE ELEZIONI EUROPEE E LA CANDIDATURA DI CASSANO PARTE IL PROGETTO “ITALIANO” DEL MAIE

Giovedì 22 Maggio 2014:- ROMA aise - Ventisette anni appena, una laurea in Scienze Politiche alla Luiss, diverse esperienze lavorative all'attivo, fra l'altro presso il ministero degli Affari Esteri e l'Ifad - International Fund for Agricolture and Development. Elisabetta Cassano ha anche fondato la onlus Seagatoo, che si occupa di protezione ambientale, e nel 2008 è entrata a far parte della famiglia del Maie di Ricardo Merlo. È la coordinatrice del Maie Giovani Italia ed oggi anche la candidata del movimento alle elezioni europee del 25 maggio.

cassano elisaVolto gentile ma piglio deciso, Elisabetta è anche una “occasione” per il Maie, che con lei ed una eventuale proiezione nel cuore dell'Ue intende compiere il primo passo verso la “presa” dell'Italia. Lo ha annunciato lo stesso Ricardo Merlo intervendo ieri a Roma, nella Sala Mercede della Camera, all'incontro dedicato al Maie Giovani Italia e alla candidatura di Elisabetta.



“Una giovane italiana che ha deciso di dare voce alle nuove generazioni di italiani, sia residenti in Italia che all’estero, nel parlamento europeo”, recita il sito Internet della coordinatrice-candidata, che ieri ha confermato: “non mi manca il coraggio di immaginare un'alternativa”, a partire da un nuovo avvicinamento tra opinione pubblica e politica.
Quello di Elisabetta Cassano e con lei del Maie è dunque “un progetto politico nuovo, libero da personalismi e pregiudiziali ideologiche”, che intende “mettere in gioco forze nuove e comportamenti evidenti”, cioè fatti, dall'impegno civile alla cura della cosa pubblica, ma anche dare risposta ad un fenomeno ormai divenuto cronico, quello della nuova emigrazione.
200 persone al giorno oggi se ne vanno, ha denunciato Cassano. “L'Italia continua a svendere il proprio futuro”, facendo scappare ancora una volta i suoi giovani, ha aggiunto. Occorre allora entrare in “contatto con l'emigrazione per ritessere i fili della storia”, affrontare il presente e preparare il futuro. Il Maie, ha ricordato la coordinatrice, nasce come movimento culturale prima ancora che politico: da qui si può allora partire per “riscrivere politiche che diano valore”, ad esempio, al “capitale umano” e al “territorio”.
“Il cambiamento di questo Paese comincia dall'Ue”,< /strong> ha poi affermato Elisabetta, che a Strasburgo punta, fra l'altro, a far riconquistare all'Italia “un posto in prima fila rivendicando il proprio ruolo di Paese fondatore”. “Non perdiamo l'occasione storica di essere protagonisti del cambiamento. Andiamo a votare!”, è stato il suo appello.
Subito rilanciato dall'on. Merlo, che intende presentare il Maie in Italia e in Europa con una “idea differente”. “Noi siamo europeisti, vogliamo un'Europa unita e solidale”, ma oggi l'Ue è “una corporazione burocratica” governata da troppi professori e lobbisti che vedono i cittadini come “numeri”. “Noi vogliamo cambiare”, la politica monetaria, quella economica, quella migratoria. “E se l'Europa non si muove, dobbiamo farci sentire come Italia”.
Per questo “il Maie oggi compie i suoi primi passi in Italia”, partendo da Roma e dal Lazio, per poi arrivare presto nel Nord Italia. “Abbiamo bisogno di persone oneste che si impegnino, prendendo in mano la politica per cambiare le cose”. Quello di Ricardo Merlo è un “progetto politico e morale” che parte con le elezioni europee: “Elisabetta Cassano è tutti noi”, ma “se anche avremo preso un solo voto, avremo conquistato il 100%, perché siamo partiti da zero”. Per il presidente Merlo il Maie comunque ha già vinto, se non altro perchè in vista delle elezioni il movimento ha avuto più “visibilità” e “l'occasione per parlare alla gente”.
L'incontro, moderato dalla segretaria del Maie Antonella Rega, ha visto anche i saluti di Gian Luigi Ferretti, in qualità di coordinatore Maie Europa, e del deputato Mari o Borghese, eletto come Merlo in Sud America e da pochi mesi papà di un bel bambino. (r.a.aise)

 

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form