Merlo (MAIE) :“Ora avanti uniti per gli italiani all’estero”

Share

Referendum e italiani nel mondo, parla Ricardo Merlo, presidente del Movimento Associativo Italiani all’Estero: “Gli italiani all’estero non seguono le indicazioni dei partiti romani, è evidente”. “Ora dobbiamo essere tutti uniti. I problemi che riguardano gli italiani nel mondo restano”

merlo congresso plStravince il No in Italia al referendum costituzionale. Stravince il Sì tra gli italiani all’estero: 65% favorevoli alla riforma, 35% contrari. Un risultato netto, come del resto quello italiano, con il 60% a favore del No e il 40% per il Sì.Gli italiani nel mondo, dunque, ancora una volta, come accadde alle ultime Politiche, con un Monti bocciato in Italia e promosso oltre confine, dimostrano di avere un pensiero proprio, indipendente da quello di chi invece vive nella Penisola.Ricardo Merlo, presidente del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero, è arrivato a Roma nelle scorse ore dopo avere trascorso le ultime settimane in Sud America, a stretto contatto con il territorio, visitando in lungo e in largo l’America Meridionale e le comunità italiane ivi residenti.

Share

Leggi tutto...

A BUENOS AIRES IMPORTANTE RIUNIONE DIRIGENZA MAIE SUD AMERICA

Share

logo maieRIUNIONE DIRIGENZA MAIE

Si è tenuta lunedì 28 novembre a Buenos Aires una riunione dei dirigenti del MAIE in Sud America, convocata dal Presidente on. Ricardo Merlo a cui hanno partecipato:
 sen. MIRELLA GIAI Coord.America del sud
sen. CLAUDIO ZIN (Vice coord. MAIE Arg.)
on. MARIO BORGHESE Coord. PROV. Cordoba
on. DANIEL RAMUNDO (segret. politico MAIE)
MARIANO GAZZOLA (coord. MAIE Arg.)
LUIS MOLOSSI Coord. Brasile
JOSE CAVAZZONI ZANOTTI Coord. Paraguay
ALDO LAMORTE Coord. Uruguay
NELLO COLLLEVECCHIO vice Coord. Venezuela
JUAN CARLOS PAGLIALUNGA Coord.Patagonia
MARCELO ROMANELLO Coord.Cuyo
DARIO SIGNORINI Coord. Buenos Aires
GERARDO PINTO Coord. Lomas de Zamora
MARCELLO CARRARA Coord.Mardel Plata
RUBEN PILI Vice Coord. MAIEMardel Plata
RODOLFO BORGHESE Coord.Cordoba
JUAN ESTEBAN BALESTRETTI Vice coord.MAIE Buenos Aires
GULLERMIO RUCCI Coord. PROV. La Plata
FRANCO TIRELLI  Vice Coord.Rosario
NICOLAS RUCCI Coord.La Plata
ANTONIO PONTORIERO MAIE Moron
VICTOR ROQUE MOYA MAIE Rapporti Istituzionali
STELLA OCCHIATO MAIE Moron
ODDO FILADELFIO MAIE Buenos Aires
ELBIO PICARELLI MAIE Uruguay
FRANCESCO GROSSO  MAIE Moron
 
Hanno tra l'altro partecipato a questa riunione due membri del CTIM: GIANFRANCO SANGALLI (Peru') e ANTONIO LASPRO (Brasile).
Un gran applauso di tutti i presenti ha salutato l'annuncio di Antonio Laspro di aderire al MAIE Brasile  "senza però rinunciare e lasciare l' associazione CTIM". Da parte sua, il Presidente del MAIE, Ricardo Merlo ha dichiarato che "tale decisione ci sembra ragionevole e noi del MAIE non abbiamo nessuna riserva al riguardo, anzi ci sembra del tutto naturale".
 All'ordine del giorno i seguenti temi: 
1) La situazione degli italiani residenti in Sud America
2) Questioni puntuali, come la necessità di un Consolato a Montevideo
3) Emergenza connazionali in Venezuela
4) Analisi degli scenari politici che si apriranno all'indomani del referendum costituzionale.

Share

Ricardo Merlo in visita alla comunità italiana di Santa Catarina - Brasile

Share

cafe bergaMerlo: "Urgente e necessario un Consolato a Santa Catarina"
Roma, 
30 novembre 2016:- E' stato tutto italiano l'ultimo fine settimana nel sud del Brasile dell'On. Ricardo Merlo, che si è recato nello Stato federale di Santa Cateri na per i ncontrare la collettività italiana.
Il Presidente del MAIE è stato accolto a Criciuma da Itamar Benedet, Coordinatore MAIE Santa Caterina e  da Elio Zanette, Coordinatore di Porto Alegre, con i quali ha parlato delle problematiche della grande comunità italiana presente in questo stato federale.

"Santa Catarina è uno degli stati federali brasiliani con il miglior sviluppo umano ed economico - ha spiegato Elio Zanette - Geograficamente favorita, perchè posta al centro del subcontinente americano, attira imprenditori di diverse origini. Qui si vive bene e vi sono molteplici opportunità di crescita."

Share

Leggi tutto...

Cittadinanza e rete consolare

Share

On.Mario Borghese (MAIE): CHE PRESA IN GIRO! ANNUNCIANO CHE CI RESTITUIRANNO IL 30% DI QUELLO CHE CI CONFISCANO

mario borghese tavoloRoma, 24 novembre 2016:- Il  governo Renzi (oltre ad altre sedi diplomatiche ) ci chiude l’ Ambasciata di Santo Domingo e, dopo più di due anni di sofferenze dei nostri connazionali, la riapre:..dovremmo quindi ringraziarlo?
Il  governo Renzi, ad ogni nuova finanziaria, prima ci taglia i fondi per promozione e lingua italiana, poi con la correzione della manovra ce li restituisce (ma solo una parte di quello che ci ha tagliato)...dovremmo forse ringraziarlo?
Il governo Renzi prima si inventa una nuova tassa per le pratiche di cittadinanza dei discendenti ius sanguins degli italiani emigrati, addirittura del 33% maggiore di quella che paga uno straniero immigrato in Italia che fa la cittadinanza ius soli, poi ci ripensa e oggi promette che ci restituirà il 30% di quello che ci ha confiscato…dovremmo ancora ringraziarlo?
Sembra una vera presa in giro, sembra proprio la conferma che ci considera cittadini di serie B. Oggi a pochi giorni del voto referendario, usa questa elemosina per farci credere che stia cambiando rotta, dopo 4 anni di politiche pregiudizievoli gli italiani oltreconfine.

Share

Leggi tutto...

Cittadinanza e italiani all’estero, Ricky Filosa (MAIE): “Nessun motivo per brindare”

Share

ricky filosa“4 milioni sono una somma totalmente insignificante, rispetto a quanto pagano i discendenti dei nostri emigrati. Gli italiani all’estero non vogliono l’elemosina, pretendono solo che vengano rispettati i loro diritti di cittadini”.

Nella foto Ricky Filosa, coordinatore MAIE Nord e Centro America

“Un governo a guida Pd impone una nuova tassa di 300 euro ai connazionali per la richiesta di cittadinanza italiana e poi si dice pronto a restuirgliene meno di un terzo. Paradossale. Ma questa è la situazione che stiamo vivendo dopo l’ok della Commissione Bilancio della Camera, che ha approvato un emendamento Pd teso a restituire alla rete consolare 4 di quei circa 25 milioni di euro ricavati dalla tassa per la cittadinanza. E qualcuno nel Pd sta persino celebrando; ma c’è poco da brindare”. Così Ricky Filosa, coordinatore MAIE Nord e Centro America.

“4 milioni sono una somma totalmente insignificante, rispetto a quanto pagano i discendenti dei nostri emigrati. Il MAIE ha presentato un emendamento teso a destinare alla rete consolare tutti i 300 euro pagati dai nostri connazionali; emendamento bocciato da parte di un governo che continua a vedere gli italiani nel mondo come dei mendicanti. Ma gli italiani all’estero non vogliono l’elemosina, pretendono solo che vengano rispettati i loro diritti di cittadini”.

Share

Leggi tutto...

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form